La Fondazione ElBulli di Ferran Adrià

L’inaugurazione della Fondazione ElBulli di Ferran Adrià, a maggio 2015, prevede la realizzazione di un progetto ambizioso che combina l’interazione tra il cibo, il design, il digitale e la storia.

La cucina, come ogni altra forma d’arte, progredisce verso forme di avanguardia sempre più sofisticate. Dopo essersi fermato per qualche anno, Ferran Adrià riappare al grande pubblico con un progetto gastronomico completamente rinnovato. La cucina molecolare di Adrià non sarà solo orientata alla sperimentazione di nuovi contrasti di gusto, colori e consistenze ma anche alla condivisione dei momenti creativi. Il progetto è articolato in tre ambienti. Uno spazio creativo dove riunire i professionisti del food e del design per inventare un nuovo linguaggio culinario. Uno spazio dove giocare con gli ingredienti e la fantasia. ElBulli 1846 sarà lo spazio dedicato alla conoscenza della storia della cucina. Il laboratorio creativo sarà ElBulli DNA. Chef, designer e architetti si confronteranno per sperimentare nuove forme di decontestualizzazione del cibo, inteso non più come mero nutrimento, ma come un’esperienza inedita. Bullipedia, infine, sarà il vero ingrediente rivoluzionario. Gli studi dei piatti, i retroscena dei successi e dei fallimenti  saranno resi disponibili su diverse piattaforme tecnologiche, permettendo un’interazione dinamica ed immediata con il grande pubblico ed altri chef. Le esperienze diventano momenti di condivisione e le condivisioni diventano opportunità di crescita.

Elbulli Fondazione lenticchie cavolo rosso

Elbulli Fondazione maccaroni uovo soia

Elbulli Fondazione scampi limone

Elbulli Fondazione pomodoro mare