Segui @uhnitas su Instagram!

Conosciuto su Instagram come @uhnitas, Israel Valero popola i photo-social con fotografie colorate dalla sua tecnica e sensibilità. Nato in Spagna, a Zaragoza, Israel ha girato la nazione iberica spostandosi prima a Madrid e poi Menorca. Dopo aver raggiunto anche San Diego, Calfornia, decide di tornare in Spagna dove tuttora vive. 34 anni, una laurea in ingegneria e la macchina fotografica sempre al collo. Non è un fotografo ma un controllore di traffico aereo.

Apparato Creativo (AP): Israel, hai mai studiato fotografia? Sei un fotografo professionista?
Israel Valero (IV): Non posso dire di aver studiato fotografia anche se ho frequentato qualche corso, dove ho appreso solo le basi della fotografia. Ho imparato dal web, attraverso i forum, ma soprattutto ho studiato le tecniche dei fotografi più bravi di me. Se c’è una cosa di cui sono sicuro è il non possedere una vena artistica. Piuttosto preferisco un approccio tecnico che, unito alla mia sensibilità nel cogliere le cose, mi permette di creare scatti di qualità.

Apparato Creativo (AP): Did you studied photography? Are you a photo artist?
Israel Valero (IV): I wouldn’t say I have studied photography although I have assisted to a couple of courses in which I learned only the basics. After that, hours and hours of research in the Internet, in forums, receiving and taking into consideration critics, and above all this, watching tons of pictures from photographers better than myself. If there is something I am sure I do not have is an artistic personality. Exactly the opposite, I am more of a technical kind of person. Joining that with a little sensibility also allows me to create good images.

uhnitas-shanghai-notte

Shangai, night river

AP: Che tipo di strumenti fotografici usi?
IV: Uso una Nikon D90, con obiettivo 50mm. 1/4 per i ritratti. Uso un obiettivo con zoom grandangolare perfetto per i paesaggi ed uno per le altre immagini di sport o tutto ciò che richiederebbe l’uso del telephoto o quando non posso cambiare lenti. Uso anche il treppiedi, filtri ND e polarizzatori, ecc. Non avendo approfondito l’uso della luce artificiale, preferisco non usarla. Come ho detto, preferisco mi affido agli strumenti e alla tecnica. In particolare, dopo diverse esperienze, oggi sono molto interessato allo sudino della luce come elemento fotografico. Ed è per questo che sono alla ricerca di una nuova macchina.

AP: What kind of gear do you use?
IV: I use a Nikon D90, mounting a nikon fixed 50mm. 1.4 for portraits. A nikon wide angle zoom lens for landscapes and a zoom lens for all purposes that I mainly use for wildlife, sports and anything that requires telephoto or when I’m not able to switch lenses. Also tripod, neutral density filters, polarizers, etc. I do not master in flash light use so I try to avoid it. As I said before, I am quite gear and technology oriented. I have experienced situations in wich the barrier is the equipment due to low light situations and it is quite frustrating. I am quite interested in low light photography lately and that’s why I am looking for a renovation of my gear.

uhnitas monte Huangshan

Huangshan, Sunrise above the sky

AP: I tuoi ritratti sono molto espressivi. Cosa ti ispira?
IV: Nei miei ritratti, l’abilità non è così importante in quanto i parametri fotografici sono abbastanza semplici. Per raccontare una storia, basta solo individuare il giusto soggetto, sfondo e luce. I soggetti più interessanti sono, invece, i paesaggi e le scene d’azione. All’inizio “rubavo” i ritratti poi, mi sono reso conto, che ciò non mi bastava più. Ho iniziato a creare un certo stato di confidenza con i soggetti. Nessuno dei miei ritratti è frutto di un primo unico scatto. Il primo scatto mi serve per instaurare un rapporto, poi ci parlo, li conosco e mi faccio conoscere mostrando foto di me e della mia famiglia. Stampo la foto (porto con me una stampante portatile), faccio vedere i primi risultati. Tutto ciò mi serve per creare un’atmosfera risata nella quale è più facile costruire una storia. Senza queste fasi preliminari, catturerei espressioni sempre uguali, che denotano solo paura e diffidenza. Il mio segreto per un buon ritratto è proprio questo stato di fiducia reciproca. In questo modo posso scattare 5-6 ritratti, prima che torni il sospetto. Di solito, ricambio la loro pazienza comprando ciò che vendono offrendo loro caramelle, ai bambini, sigarette, agli adulti.

AP: Your most impressive pics are portraits. What inspires you?
IV: I’m my portraits my skills are not so important, shooting and setting parameters are the easy part. Just look for the proper subject and the proper background and light to try to tell s story. Landscape and action photography are more challenging. I used to steal portraits at the beginning but I realized that I really prefer posed images than stolen ones. Everything is based in confidence. No one of my portraits is the first shoot. I use the first shoot to show them, talk to them, print it (I wear a portable printer), show them previous prints and shoots, pics of me, of my family… Everything to try to create a relaxed atmosphere in which you really can get a telling story image. Otherwise the expression of the subject is always the same, mix of fear and What’s going on? Why? Who are you? To take a good portraits, creating confidence is my secret. Candys to kids, cigarettes to old men… I try not to pay for images, they are not the same, but I buy them a ring if they sell, etc. Once the atmosphere is created you have a minute to shoot 5-6 good pics before they start to feel any aggression again.

uhnitas ritratto bambino

Looking at you

AP: In base a cosa scegli le location?
IV: La  maggior parte delle mie foto sono scatti di viaggio: Maldive, Indonesia, Costa Rica, Panamá, Messico, Hawaii, China e India. Penso che siano le immagini a venire ada te. Ecco perché sono uno di quelli che porta la camera con sé, ma non vado alla ricerca di immagini.

AP: How do you choose your location?
IV: Most of my images are travel photography. Images are taken in Maldives, Indonesia, Costa Rica, Panamá, México, Hawaii, China or India. I’m not looking for images, you know there is one when you see it, that’s why it is better to have your camera always ready but not looking for pics everywhere, In India, China, etc… Images come to you.

AP: Tra tutti i tuoi lavori, qual è il tuo preferito? E perché?
IV: Mi piaccio certamente i ritratti ma non sono i miei preferiti. Preferisco le immagini di cui ho chiara la storia già nella mia testa, molto prima dello shooting. Quelle per quali ti prendi il tempo di creare ciò che vuoi raccontare, di solito, usando treppiedi, lunghe esposizioni o mimando differenti esposizioni. I ritratti sono i più istantanei ed io preferisco sviluppare prima l’idea di un’immagine e poi realizzarla.

AP: Among your works, which one is your favorite? Why?
IV: I do like portraits but my favorite pics are not portraits. My favourite ones are those in wich you have the image in your mind long before shooting, those in which you have time to create what you want to show, often using, tripod, long exposures, combining different exposures… Portraits are more instantaneous and I really like to develop and idea of an image and take my time to make it happen.

uhnitas grattacielo shanghai

Shanghai Sky

AP: Quanto è importante la fase di editing nelle tue foto?
IV: Ci sono 4 foto, che considero le mie preferite Shanghai Night Rivere, Freezing a Moment, Huangshan-Sunrise above the Sky, Shanghai Sky. Forse non saranno le più impressionanti ma, per realizzarle, ho impiegato molto tempo sia in fase di pre che di post-shooting. Ciò non significa che non mi piaccia creare ritratti, è solo che mi sento più soddisfatto quando fotografo soggetti che mi richiedono più tecnica. L’assenza di luce determina assenza di immagine e quindi di soggetto. Senza il soggetto non avrei alcun post-editing e quindi nessuna immagine di qualità. Il post-processing, quindi, consiste in metà della tecnica. L’editing diventa necessario se si vuole arrivare ad una immagine potente.

AP: How important is the editing in your final photos?
IV: Among my favorites are Shanghai Night Rivere, Freezing Moment, Huangshan-Sunrise above the Sky, Shanghai Sky. Maybe they are not the most shocking images but they really took a long time pre-shoot and post-shoo. Doesn’t mean I don’t like my portraits, it is just you feel more proud of images that take a lot of work to create. No light= No image, No subject = No image, No post processing = No good image. Post processing is half of the work. Editing is indispensable to start working with a good potential image.

uhnitas londra bigben

Freezing a moment

AP: Potresi riassumere il tuo lavoro in 3 aggettivi?
IV: Adoro le foto capaci di raccontare avventure e storie. Come ho già detto, ciò che considero sempre importate è la tecnica.

AP: Three adjectives to describe your style.
IV: I do like pictures that show adventure ongoing, that involve a story. Already told you, I consider technique important.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...